Ultimo messaggio

Sabato 17 09 2005

Sento la voce di Santa Teresa di Avila

Nel giardino Divino vi e‘ un albero di Fico cresciuto, il giardiniere lo custodisce essendo che il terreno e buono ove ha le sue radici e aspetta fino al tempo della raccolta, ma guarda caso l’albero porta solo frutti guasti, essendo che quest‘albero resta senza buoni frutti e non ha piu‘ vita in se il giardiniere lo sdradica e lo toglie.

Lui rilavora il terreno e pianta un albero di Fico giovane, lo benedice e lo lascia crescere, cresce e prospera sotto la sua custodia e al tempo della raccolta porta ricchi frutti.

Pensa amica mia l’albero giovane non puo‘vicino a l’albero vecchio prosperare, il vecchio inutile albero con i suoi frutti guasti avrebbe tolto la forza del terreno e la luce dal cielo, tutti e due non possono restare vicini e sussistere, il vecchio albero si distrugge da se e anche il giovane albero, il terreno non si lavora da se, molti dimenticano che questo e‘ compito del Giardiniere, lui che lavora il giardino Divino.

Il Signore ti ha benedetta e sua Madre ti ha mandata tra la gente, prega e chiama solo!, guarda al nostro Signore, non a ogni frutto guasto del albero cresciuto, pensa il Signore a anche questo albero coltivato fino al tempo della raccolta, ma quello che resta senza frutti Lui lo butta affinche‘ l’albero giovane benedetto non venga impedito di portare ricchi frutti.

Lei prega con me

Signore siimi una benedizione
lasciami crescere in te
sii il mio terreno, la mia acqua
la mia luce
io voglio essere il tuo albero
che ti dona frutti benedetti

Signore siimi una benedizione
protezione nel maltempo
e‘ da ogni pericolo
tu, Signore sii il Giardiniere
la pianta che mi cura
io ti dono la mia vita
prendila per Te
affinche‘ possa crescere in Te

Sabato 01 10 2005

Sento la voce di Santa Teresa

lascia dalle tue mani
tutto nelle mani di Dio
non temere, abbi fiducia in Lui
che nelle sue mani sicuro ti porta
e nel suo amore ti tiene

affidati a Lui solo
lascia parlare la gente
che il giudizio su di loro stessi ricade
riconosci, che porta in se coraggio e umilta‘
e‘ tutto e frutto che lascia maturare

e bene vedere affinche‘ tu cresci
e maturi nelle mali esperienze
e‘nella scuola e vita di Dio
che nasconde in se amore e sofferenza
e‘ l’impresa per andare la via del Signore
rischia, non avere paura
che sciochezza sarebbe
non andare questa via

la luce del mondo e fugace
e solo un debole raggio
contro la luce Eterna, Dio stesso
apri i tuoi occhi, le tue orecchie, il tuo cuore
e guarda nella tua giornata
tu vedi giusto, li‘ ti apetta nostro Signore
si unisce a te per andare la via del Padre
protetto in eterno nelle sue mani
che sono vere e saranno
nessuno ti conforta
e tiene con sincerita‘ come il Signore

Sievernich 03 10 2005

Lunedi del 03 10 2005 durante l‘ incontro di preghiera del’OASI CELESTE verso le ore 17 26 mentre sento in me un calore vedo in una luce splendente ovale la Madonna, nel mezzo della luce vedo come delle incontabili piccole tremolanti particole color d‘oro, la Madonna si avvicina vestita di bianco con in testa una corona color d’oro, nelle sue mani la corona del s.rosario a foma di rose e lo scapolare della Madonna del monte Carmelo, la Madonna e a piedi nudi sulla palla del mondo e i suoi piedi sono sulla Germania, ai suoi piedi ordinati in mezzo cerchio tre rose, nel mezzo una rosa color rosso, alla sinistra una rosa color d’oro e alla destra una rosa color bianco, lei sorridente si avvicina parla e ci benedice :<nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo, cari figli come mi compiaccio delle vostre preghiere, quante parole vi ho detto! quante volte vi ho visitato, e‘arrivato il tempo che le parole non vanno solo parlate ma anche vissute, io desidero che ognuno di voi diventi un vero testimone di mio figlio, a voi io porgo la mia mano, io voglio guidarvi dal mio amato figlio Gesu‘.

Pregate per tutte le nazioni, perche‘ io non voglio che i miei bambini vadano persi, il mio divin figlio vi ama tanto>:, la Madonna va fin fuori e ci benedice di nuovo, dopo un po’ritorna aprendo il suo manto ove siamo tutti protetti, all‘improvviso vedo ai suoi piedi una piccola luce ove viene un monaco con un vestito bianco di Ordinazione con cappuccio e barba .

Le sue mani in preghiera, lui le apre e vedo una medaglia con una croce, alla mia domanda chi e‘, si presenta come Benedetto di Nursia, lui prega con noi.

La Madonna Immacolata ci ordina di pregare insieme il Magnificat, lei inizia :< la mia anima magnifica le grandezze del Signore ........>:, alla fine della preghiera lei parla :< bambina mia benedici i tuoi persecutori e evita il maligno, io saro‘con te.

Oggi desidero salutarmi da voi, saro’sempre in questo posto con voi, vi ho detto tutto, vivete il Vangelo e pensate alle mie parole, il mio amato figlio mi ha mandato a voi affinche‘ diventiate testimoni viventi del suo amore, pregate, amatevi e fate cio‘ che vi dice mio figlio, perche‘ la parola e‘ Eterna e Viva, lasciatela vivere nel vostro cuore, volentieri desidero tutti rivedervi in Cielo>:.

La Madonna ci benedice tutti un ultima volta, durante la benedizione l‘Immacolata segna a tutti i fedeli una piccola croce lucente sulla fronte, tiene lo scapolare della Madonna del monte Carmelo affinche‘ io lo possa toccare, la Santa Vergine Maria prende le nostre domande nel suo cuore insieme, cosi lei mi ha assicurato, la Madonna ritorna indietro sorridente nella sua luce e svanisce, cosi‘lo stesso anche il monaco di nome Benedetto.